Album Reviews

  • I Mugshots sono degli autentici geni, oltre che dei pazzi spaventosi! 
    Il loro primo full lenght , intitolato “House Of The Weirdos” ,è un vero capolavoro di horror punk (definizione particolarmente cara al gruppo bresciano) che strizza l'occhio alla prima new wave e al garage dei primi anni '60 e al puro rock 'n' roll . 
    Dopo una intro dai caratteri psichedelici l'ascoltatore è totalmente assorbito da melodie stuzzicanti, originali, decisamente diverse da quelle che vengono proposte oggi in Italia. 
    Dark ma con ironia, simpatici e preparati, non possono che colpire dritto al cuore un pubblico stanco delle solite cose che circolano in giro e amante della musica fatta bene, studiata nei minimi particolari. 
    Intensa e profonda è la voce principale della band che trova una degna consacrazione nel suo unirsi con le sonorità prodotte dall'uso della tastiera. 
    Assolutamente fuori dal comune è la grafica del book del cd, così come i testi dei loro pezzi che raccontano di uccisioni piuttosto violente, del resto come potrebbe essere altrimenti visto che il cantante è un appassionato di criminologia.
     
    “House Of The Weirdos” è un cd da ascoltare e da amare. 
    Un consiglio? Non perdetevi il gruppo dal vivo...

Pagine