Album Reviews

  •  Paura e maledizione di essere diversi da tutti gli altri, modificazioni di una volontà di stupire l'inconscio scellerato del pubblico, di quel pubblico estasiato davanti alle loro evidenze non del tutto normali, unicamente volonterosi, con quella grinta fatta di lusinghiera movimentazione che ricorda solo in parte il vecchio movimento dark nostrano, quel movimento che regalava odio e amore, perplessità e rabbia, suoni di valore esterrefatto, evanescenze di un possedimento culturale largamente inoltrato verso l' horror di personale determinazione sotto culturale, punk declassato che gioca le proprie carte sulla bellezza istintiva della semplicità poco semplificata, atta a destabilizzare un concetto di qualità prettamente inebriante e sporco di invidia, non capito perché forse non amato, ma pur sempre esistente.
  • I Mugshots sono degli autentici geni, oltre che dei pazzi spaventosi! 
    Il loro primo full lenght , intitolato “House Of The Weirdos” ,è un vero capolavoro di horror punk (definizione particolarmente cara al gruppo bresciano) che strizza l'occhio alla prima new wave e al garage dei primi anni '60 e al puro rock 'n' roll . 
    Dopo una intro dai caratteri psichedelici l'ascoltatore è totalmente assorbito da melodie stuzzicanti, originali, decisamente diverse da quelle che vengono proposte oggi in Italia. 
    Dark ma con ironia, simpatici e preparati, non possono che colpire dritto al cuore un pubblico stanco delle solite cose che circolano in giro e amante della musica fatta bene, studiata nei minimi particolari. 
    Intensa e profonda è la voce principale della band che trova una degna consacrazione nel suo unirsi con le sonorità prodotte dall'uso della tastiera. 
    Assolutamente fuori dal comune è la grafica del book del cd, così come i testi dei loro pezzi che raccontano di uccisioni piuttosto violente, del resto come potrebbe essere altrimenti visto che il cantante è un appassionato di criminologia.
     
    “House Of The Weirdos” è un cd da ascoltare e da amare. 
    Un consiglio? Non perdetevi il gruppo dal vivo...

Pagine